Montare vecchi obiettivi sulle reflex digitali – il tiraggio

C’è chi è nato digitale, e chi è nato analogico..

I primi si saranno chiesti se, dall’immenso mercato dell’usato, sia possibile comprare un obiettivo “vecchio” e montarlo su una reflex digitale nuova fiammante.
I secondi si saranno detti “mi sa che i vecchi obiettivi non ci vanno” quando hanno preso in mano una reflex digitale.

 

Esstono diverse possibilità.
Alcuni limiti sono imposti dai corpi macchina: i vecchi obiettivi manuali non avevano niente di elettronico, quindi il corpo macchina dovrebbe avere dei dispositivi meccanici appositi per capire la regolazione dei diaframmi che state facendo sull’obiettivo. In realtà sono poche e costose le fotocamere che consentono questo sistema, ma esistono “trucchi” per poter comunque usare dignitosamente (seppur faticosamente) tutte le ottiche (ad esempio la tecnica dello “stop-down” per la stima del diaframma dell’obiettivo).
In più, se si vuole montare un ottica di marca diversa dalla macchina fotografica entrano in gioco altri ostacoli: tipo di attacco obiettivo/reflex, e “tiraggio”.

Sui fronte degli adattatori per poter montare sul proprio corpo macchina ottiche con attacchi diversi il mercato offre davvero ogni genere di combinazione. Esiste però il problema del tiraggio che deve essere preso in considerazione prima di muoversi.

Ogni ottica è studiata per mettere a fuoco sul sensore (o pellicola) posto ad una certa distanza dall’attacco della fotocamera. Se il sensore si trovasse più lontano di quanto dovrebbe l’obiettivo non riuscirebbe a mettere a fuoco da una certa distanza in poi (all’infinito), se il sensore si trovasse più vicino invece non si riuscirebbe a mettere a fuoco a brevi distanze.
E’ intuitivo che se il sensore è troppo vicino basta mettere un distanziale tra obiettivo e macchina fotografica ed il gioco è fatto. Se invece il sensore è troppo lontano non c’è verso di recuperare.. e saremmo costretti a usare l’obiettivo solo su soggetti vicini, con l’unico vantaggio che riusciremmo a mettere a fuoco anche a distanze più ravvicinate di quelle per cui è nato.

Ecco, il tiraggio è la distanza che c’è tra il bocchettone delle ottiche ed il sensore, ed è importante proprio per questo.
Vi riporto una tabella trovata su Wikipedia con alcuni marchi di fotocamere

Sistema Tiraggio in mm
Pentax Q mount 9,20
CS mount (a vite) 12,50
Nikon 1 (CX) mount 17,00
C mount (a vite) 17,526
Fujifilm X mount 17,70
Canon EF-M mount 18,00
Sony E mount 18,00
Leica L mount (SL) 19,00
Micro 4:3 19,25
Samsung NX 25,50
Leica M 27,80
Leica LTM (vite 39mm) 28,80
Olympus Pen 28,95
Contax G mount 29,00
Contax RF – Nikon S 34,85
4:3 (quattroterzi) 38,58
Konica F 40,50
Canon FL/FD 42,00
Fujica X 43,50
Minolta MD 43,50
Canon EF/ EF-S 44,00
Sigma SA 44,00
Praktica (baionetta P/B) 44,40
Minolta AF/Sony Alpha 44,50
Exakta 44.70
M39 (a vite) – ZM39 45,46
M42 (a vite) 45,46
Pentax K 45,46
Contax/Yashica (C/Y) 45,50
DKL mount 45,70
Yashica MA 45,80
Olympus OM 46,00
Nikon F 46,50
Leica R 47,00
Arri STD-B-PL 52,00
Mini T – T – T2 mount 55,00
Novolfex A mount 63,30

Da questa tabella cosa possiamo vedere:

  • che il sistema Leica R ha il tiraggio maggiore (47mm), questo vuol dire che su una fotocamera Leica R (da non confondere con Leica M) non potremo montare nessun obiettivo delle altre marche perché ha il tiraggio più lungo delle ottiche che vorremmo montare. Viceversa le ottiche del sistema Leica R le possiamo montare (con appositi adattatori) sulle fotocamere di tutte le altre marche senza perdere la possibilità di mettere a fuoco correttamente: potremmo montarle su una Canon EOS inserendo un adattatore di 3mm, potremmo montarle su Nikon con un adattatore di 0,5mm (che in realtà non è fattivile..), ecc.
  • il sistema nikon viene immediatamente dopo Leica R, quindi come questa non potrà montare ottiche di altre marche, mentre tutte le altre marche con tiraggio minore potranno montare ottiche nikon
  • viceversa si vede come le nuove mirrorless, che hanno un tiraggio molto molto corto, possono montare praticamente tutte le ottiche

Dalla tabella si capisce anche perché le vecchie ottiche Canon FD non si possono usare sulle nuove fotocamere EOS: perché le ottiche FD richiedono un tiraggio inferiore a quello delle fotocamere EOS.

Sul mercato troverete anche qualcuno che vi propone adattatori “magici” che consentono di montare ottiche con tiraggio minore su fotocamere con tiraggio maggiore. In realtà la “magia” è dovuta ad una o più lenti inserite nell’adattatore che consentono si di mettere a fuoco su tutto il range dell’obiettivo, ma rovinano irreparabilmente la qualità dell’immagine.
E’ quindi un’opzione da sconsigliare assolutamente.

About the Author: danardi

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.